giovedì 22 marzo 2007

Non toccare !!

Mi dispiace tornare sull'argomento . Ma devo farlo .
Il nostro governo si sta preoccupando per noi . In modo serio . Ci tiene alla nostra salute .
Prima , punisce chi rallenta o accosta sulla Salaria con misure "drastiche" (le telecamere) affinchè non si creino "situazioni di pericolo alla viabilità" (nota sul sito del comune di Roma ) e poi il colpo di genio : Stop alle trasmissioni hard , porno soft o erotiche su tutti i canali televisivi satellitari e non .
La motivazione ? "preservare i minori e i soggetti impressionabili dalla visione di immagini..... che.... in realtà riguardano solo la sfera privata della sessualità" . (frasi prese dal sito dell'Autority)
Cioè , ricapitoliamo .
Se tu vai alle 2 di notte sul canale Diva Futura(tra le altre cose da programmare manualmente perchè non si canalizza in automatico) e c' è Milly d'Abbraccio che si "tocca" ti scandalizzi .
O meglio si scandalizzano due tipologie di clienti (perchè gli altri Adulti ci vanno di spontanea volontà e non vedo perchè bisognerebbe proibirglielo) :
I minori : ora l' Autority mi deve spiegare cosa ci fa un minore alle 2 di notte davanti alla tv .
Gli "impressionabili" : ma perchè si sono canalizzati i canali di Schicchi? E sopratutto , perchè li guardano e non si guardano le lezioni di Fisica alle 2 di notte? (su RaiEducational per chi fosse interessato)

Detto questo voglio aggiungere solo una cosa : ma il garante vive sulla terra o nel suo mondo ?
ma non lo sa che a qulasiasi minore o impressionabile basta collegarsi ad internet a qualsiasi ora del giorno e della notte per vedere non una donna che si spoglia ma cose MOLTO piu' spinte ?

Insomma , come sempre , mi sembra una delle solite cose all'italiana . Perbenista e ipocrita . E pensare che problemi seri da risolvere ce ne sarebbero tanti .

Ai post , come sempre , l'ardua sentenza .

7 commenti:

La sorella ha detto...

Non parliamo poi del fatto che un qualsiasi minore o personcina impressionabile che con famiglia o amici si appresti in qualsiasi ora del giorno e della notte ad attraversare la già citata via salaria si trova davanti a spettacoli altrettanto coloriti...
Signorine con filo interdentale al posto della biancheria intima, che aspettano l'autobus girate di spalle...poverette, sono straniere, non hanno capito che per prendere l'autobus devono dare la faccia alla strada e non il retro...fortuna che qualche buon'anima si lascia impietosire e offre loro un passaggio...sotto gli occhi di minori e impressionabili...

Luka ha detto...

caro mio...l'Italia e' un paese di ipocriti grazie al Papa...e a tutti quelli del governo che si fanno ancora influenzare dalla chiesa...malgrado siamo nel 2007 e l'influenza di questa dovrebbe essere finita da un pezzo...mah...

Filippo ha detto...

Che dire? Viviamo in una Società piena di contraddizioni: da una parte le associazioni dei genitori (moigemmmerdaforever) che vorrebbero censurare di tutto di più, con la scusa di preservare l'innocenza dei più piccoli, non rendendosi conto che non è lasciando vivere un bambino in una sfera di cristallo che niente può scalfire che gli si insegna a vivere in questo mondo.
Dall'altra c'è la "Signora" Turco che vuole innalzare la dose considerata per uso personale da 0.5g a 1g (E meno male che qualcuno con un po di cervello, al TAR del Lazio, c'è!) o chi (AAARGHHH!!!) vorrebbe aprire le "case del buco": luoghi, ovviamente pagati dai contribuenti, in cui il "povero" drogato può iniettarsi la droga in un ambiente sterile e riservato... E le associazioni dei genitori (moigemmmerdaforeveragain) che fanno? Niente, mi risulta: non si scandalizzano per il messaggio estremamente negativo che il giovane può trarre da questi due provvedimenti.
Sono ovviamente d'accordo con te Rolo: vietare il porno in tv non serve a niente. Tra un po' lo vieteranno anche su internet... E tanti saluti alla libertà di stampa ed opinione (Il caso Belpietro-Sircana-Garante della privacy è una prima avvisaglia).

Anonimo ha detto...

L'epoca di T9 è ormai al tramonto. Ed è con enorme rammarico che tutti noi, cresciuti nel mito di Joe D'Amato, dobbiamo constatare l'ennesimo colpo di coda del bigottismo cattolico. Che in Italia continua ad avere un peso eccessivo nelle decisioni politiche. Giustamente Rollo ricorda che il porno, ormai messo al bando nella tv in chiaro, è sovrabbondante in Internet, canale pressochè libero e accessibile a tutti, anche ai minori che il Garante per le Comunicazioni vorrebbe proteggere. Bisogna tuttavia riconoscere che, tra le modalità di fruizione dei siti internet e la tv (intendo la tv generalista), permane una differenza importante: sul web è l'utente che sceglie attivamente il suo percorso di navigazione e i contenuti; lo zapping televisivo, invece, è più casuale e porta spesso lo spettatore ad imbattersi in programmi che possono anche non essere di suo gradimento. Ciò non toglie, che non di rado anche sul Web si finisca involontariamente su siti pornografici.
La cosa che continua a stupirmi, però, quando viene sollevato il problema della difesa dell'utenza debole, è che di solito l'oggetto privilegiato dei censori o aspiranti tali sia il sesso, e non, per esempio, la violenza. Programmi come RealTv mostrano risse, aggressioni e sparatorie senza che nessuno, incluse le solerti e forse minoritaire associazioni dei genitori, abbia qualcosa da obiettare. Sembrerebbe contraddittorio, ma non lo è, se si tiene conto che nei partiti "moderati" di governo c'è anche chi porta il cilicio.

Alberto

M.T.Tung ha detto...

Hanno cominciato a censurare i siti di gioco on-line..... tra poco passeranno anche al porno.... Benvenuti nella REPUBBLICA POPOLARE ITALIANA..... tra un pò per le domeniche ecologiche non si potrà più scorreggiare e ci si potra accoppiare solo nei giorni dispari......

Vanessa ha detto...

e eu que pensava que problemas de governo estavam restritos ao meu Brasil....!!!

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie